Incontri in Libreria

Mostra eventi in programma
Mostra archivio eventi


28 ottobre 2017

Di ghironde e di altri strumenti mitologici


Sabato 28 ottobre 2017 alle ore 18,00 presso la Libreria Musicale Ut Orpheus (Via Marsala 31/e - Bologna) Marcello Bono tiene una conversazione dal titolo Di ghironde e di altri strumenti mitologici, dedicata ad alcuni strumenti musicali poco noti quali ghironde, organistrum, salteri, trombe marine e scacciapensieri. Con l'ausilio di immagini e l'esecuzione di alcuni brani, ci introdurrà alla scoperta delle più improbabili, ambigue e divertenti descrizioni estratte da trattati di musica e organologia dal Medio Evo ai giorni nostri.

Ingresso libero

***

Marcello Bono si occupa di ghironde da oltre 35 anni, non limitando le sue esperienze al mondo della musica popolare ma inoltrandosi nella ricerca e nello studio del repertorio del XVIII secolo e della relativa prassi esecutiva. Allo scopo ha studiato i metodi originali del periodo e ha costruito copie di ghironde del XVIII secolo tratte da rilievi eseguiti su strumenti storici del patrimonio museale nazionale. Come esecutore si è esibito in concerto in Italia ed all'estero con repertori che spaziano dalla musica medievale alla musica contemporanea. Come didatta ha insegnato ghironda barocca ai corsi di musica antica di Urbino, e all'OTW Festival di Seattle. Nel 1989 ha scritto quella che ancora oggi è l'unica monografia in italiano sulla ghironda per i tipi dell’editore Forni. Ha tenuto numerose conferenze e lezioni concerto, le ultime delle quali a Palazzo Venezia a Roma, dove un suo strumento è stato esposto alla mostra di strumenti antichi Leutaro in Roma; presso il Museo Internazionale e Biblioteca della Musica di Bologna, dove ha ideato e condotto il ciclo di conferenze Storie di strumenti musicali bizzarri e di repertori a loro estranei; alla Schola Cantorum Basiliensis, dove la sua conferenza sulla tecnica costruttiva delle ghironde barocche ha aperto il primo simposio internazionale interamente dedicato allo strumento.

Condividi: Facebook Twitter