Incontri in Libreria

Mostra eventi in programma
Mostra archivio eventi


17 ottobre 2015

Il colore, l'arte e la musica tra fine Ottocento e primi del Novecento


Sabato 17 ottobre 2015 alle ore 18,00 presso la Libreria Musicale Ut Orpheus (Via Marsala 31/e - Bologna) Emanuela Marcante e Daniele Tonini ci guidano lungo un percorso con immagini e ascolti.

Il colore, l'arte e la musica: Vassily Kandisnky e Paul Klee, Franz Marc e August Macke (entrambi caduti nella prima guerra mondiale) e il percorso musicale che tra fine Ottocento e prima parte del Novecento fa della musica e dell'arte un campo di rimandi espressivi e di ricerca d'avanguardia condivisa (anche nelle relazioni con la letteratura). Una via di esplorazione estetica e psicologica di profonda intensità che lega la Teoria dei colori di Goethe (Zur Farbenlehre, 1810) e l'opera di pittori romantici come Philip Otto Runge al mondo novecentesco del Bauhaus e di Joseph Itten, fino a giungere alla contemporaneità.

In collaborazione con Il Ruggiero e con l'Istituto di Cultura Germanica Goethe-Zentrum di Bologna 

Seguirà aperitivo

Ingresso libero

Emanuela Marcante ha condotto studi filosofici, musicali e teatrali, ha lavorato come pianista, fortepianista e clavicembalista (allieva di Laura Alvini, Jos van Immerseel, Kenneth Gilbert), direttrice d’orchestra, ideatrice e scrittrice di spettacoli e regista in Italia, Europa e in America. Lavora alla messa in musica e alla creazione di spettacoli di testi poetici. E’ stata docente di interpretazione vocale e teatrale presso università e istituzioni americane, con continuità presso la University of British Columbia di Vancouver (Canada) e l’Istituto Superior de Arte e l’Università de l’Avana (Cuba). 

Daniele Tonini ha studiato canto e interpretazione teatrale con Lajoz Kozma, Claudio Desderi, Carlo Bergonzi, Leo Nucci, ha preso parte a numerose produzioni operistiche in Italia, Europa e Nord America, ed è  presente in ambito concertistico con repertori dal Seicento al contemporaneo. Diplomato in flauto traverso ha approfondito l’interpretazione del repertorio tra Sette ed Ottocento su strumenti storici con Marcello Castellani, Frans Vester e Wilbert Hazelzet. Laureato in Conservazione dei Beni Culturali, svolge attività di ricerca e pubblicazione coniugando gli studi musicologici alla ricerca storica e artistica. 

Condividi: Facebook Twitter