Incontri in Libreria

Mostra eventi in programma
Mostra archivio eventi
Mostra eventi in programma
Mostra archivio eventi


3 dicembre 2016

Concerti per flauto di maestri napoletani del Settecento: Gennaro Rava


Sabato 3 dicembre alle ore 18.00 presso la Libreria Musicale Ut Orpheus (Via Marsala 31/e - Bologna), verrà presentato il primo volume della serie Selected Flute Concertos by Neapolitan Masters of the 18th Century, transcribed for Flute and Keyboard (Ut Orpheus Edizioni), a cura di Renata Cataldi.

La pubblicazione comprende tre concerti di Gennaro Rava, interessante compositore di musica strumentale della seconda metà del Settecento.

Strumentista e compositore, autore di alcuni balli presenti nell’importante Trattato teorico-prattico di Magri, Gennaro Rava è un musicista napoletano ancora tutto da scoprire. All’interno della sua varia produzione un posto di rilievo occupano le composizioni per flauto.

Il volume si inserisce all’interno di una serie che intende offrire nuovi materiali d’indagine sul flauto e sui flautisti a Napoli nel Settecento e gettare nuova luce sulla fortuna di questo strumento in un’area geografica che ebbe un ruolo fondamentale per lo sviluppo della cultura musicale in Italia e in Europa. 

Interverranno la curatrice del volume, Renata Cataldi, e Guido Olivieri (University of Texas a Austin).

Nel corso della presentazione saranno proposti ascolti di musiche anche inedite.

 Ingresso libero

***

Renata Cataldi, flautista, tiene concerti in varie formazioni dedicandosi al repertorio moderno, rinascimentale e barocco. Con il traversiere si dedica in particolare al recupero e alla valorizzazione del patrimonio musicale napoletano del Settecento. Ha eseguito, in prima assoluta, numerose musiche e concerti per flauto, che ha ricercato e trascritto, di autori napoletani, tra questi Sellitto, Palella, Logroscino, Santangelo, Prota, Perez, Angrisani, Rava, Cecere, Caputi. Ha di recente inciso come solista il disco “Si suona a Napoli”. Concerti napoletani per flauto del secolo XVIII, per la casa discografica Dynamic (2013), in cui presenta concerti per flauto, archi e basso continuo di autori napoletani del Settecento in prima registrazione mondiale. Ha scritto articoli per diverse riviste e curato edizioni musicali.

Guido Olivieri è docente di musicologia e direttore dell’ensemble universitario di musica antica presso la University of Texas a Austin (USA). Esperto di musica strumentale del 17.mo e 18.mo secolo, la sua ricerca si è concentrata sulla circolazione della musica e dei musicisti in Europa, riscoprendo, in particolare, lo sviluppo della sonata per archi a Napoli all’inizio del 18.mo secolo. Ha pubblicato articoli e recensioni nelle maggiori riviste musicologiche italiane e americane su aspetti relativi alla prassi esecutiva, al mecenatismo musicale e alla ricostruzione dei rapporti musicali e culturali fra Napoli e le altre capitali europee nel ‘700. Suoi contributi sono inclusi nel The New Grove Dictionary of Music, MGG e nel Dizionario Biografico degli Italiani. Ha di recente curato il volume Arcomelo 2013. Studi in occasione del terzo centenario della nascita di Arcangelo Corelli (Libreria Musicale Italiana, 2015) e collaborato alla edizione critica di A. Corelli Le sonate da camera di Assisi (Libreria Musicale Italiana, 2015) e si sta attualmente occupando dell’edizione critica de Il matrimonio segreto di D. Cimarosa per Bärenreiter.

 

 

Condividi: Facebook Twitter