Incontri in Libreria

Mostra eventi in programma
Mostra archivio eventi


1 aprile 2017

Crisi e liberazione: il musicista teatrale in Cage e Bussotti


Sabato 1 aprile alle ore 18.00 presso la Libreria Musicale Ut Orpheus (Via Marsala 31/e - Bologna) Piero Carreras terrà una lezione dal titolo: Crisi e liberazione: il musicista teatrale in Cage e Bussotti

Con l’avvento del recital solista, tra XVIII e XIX secolo, si consolida una certa forma di teatralizzazione del musicista: il movimento delle mani sulla tastiera o i gesti del direttore d’orchestra che incantano gli spettatori sono paragonabili ad una forma di teatro in cui il testo è lo spartito. La musica di John Cage nasce come risposta ad ogni forma di accademia, una forma di musica in cui la decisione del compositore è basata sul nulla o sul caso. La teatralizzazione del gesto del musicista è particolarmente evidente in Cage, che nella sua concezione riprende il “teatro della crudeltà” teorizzato da Artaud. Influenzato tanto dall’idea di un teatro totale che dall’estetica musicale di Cage, Sylvano Bussotti realizzerà nel 1965 La Passion selon Sade, massima espressione di un’arte libera. Dopo una contestualizzazione della nascita della musica di Cage, nata come risultato della “crisi della causalità” che già da tempo aveva investito la musica occidentale, l’incontro verterà sull’estetica di Artaud e sulla sua applicazione ne La Passion selon Sade. Durante l’incontro verranno proposti diversi brani selezionati.

Piero Carreras (Lione, 1995) studia filosofia all’Alma Mater di Bologna e, in Erasmus, all’Université Jean Moulin Lyon 3. Si occupa (autodidatta) soprattutto di musicologia ed estetica musicale. Come studente di filosofia, si interessa soprattutto ad autori francesi (in particolare a Bataille, Artaud e Foucault), alla mistica di Pavel Florenskij e, più di recente, a san Paolo ed alle prime eresie cristiane. Ha tenuto una lezione su Ildegarda da Bingen (Ildegarda da Bingen: la musica della luce) nell’ambito del corso di Storia della Filosofia Medievale 2015-2016. Un suo articolo su La Passion selon Sade di Sylvano Bussotti è stato pubblicato sulla rivista Scenari Mimesis (La Passion selon Sade: Opera d’arte totale, agosto 2016). Ha inoltre ottenuto il Diploma d’Onore all’edizione 2016 del TIM – Torneo Internazionale di Musica, sezione critica musicale, con uno scritto su Youra Guller. La presente conferenza fa parte di un più ampio progetto di ricerca sull’evoluzione del corpo nell’esperienza musicale.

Ingresso libero

***

 

 

 

Condividi: Facebook Twitter