Home » Chitarra » ch227

Preludios para Tárrega. Antologia di Musica Contemporanea per Chitarra (Calandín, Montero, Reghezza, Smaili, Spazzoli, Tagliamacco, Ugoletti)

Prezzo: € 10.95

  Disponibile



Condividi: Facebook Twitter



Condividi: Facebook Twitter

Dettagli prodotto

Contiene: Emilio Calandín: Piccola sfumatura/ Claudia Montero: Lágrimas de Buenos Aires/ Marco Reghezza: Como Preludio/ Marco Smaili: Preludio/ Alessandro Spazzoli: Preludio in Do maggiore/ Roberto Tagliamacco: Prélude sur le nom de Tárrega/ Paolo Ugoletti: Lacrima

Curatore: Piero Bonaguri
Anno ed.: 2016
Collana: Piero Bonaguri Collection
Pagine: pp. 16
Formato: 230x310 mm
Rilegatura: Punto metallico
ISMN: 979-0-2153-2414-5
Codice: CH 227
Editore: Ut Orpheus

Descrizione

Dopo essere stato invitato varie volte in giuria al prestigioso Certamen Tárrega di Benicasim ho pensato di coinvolgere alcuni compositori in un omaggio al padre della chitarra moderna. Ho così chiesto ai compositori di scrivere un Preludio, genere nel quale Tárrega ci ha lasciato alcune delle sue pagine più significative.
Questi Preludi “per” Tárrega, tutti scritti tra agosto e novembre 2015, sono molto diversi tra loro. Hanno però in comune, tra loro e con i Preludi “di” Tárrega, la brevità, una difficoltà esecutiva di grado medio ed una sicura “ascoltabilità”, anche quando scritti in liguaggio non tonale (come il meditativo e malinconico brano di Emilio Calandin e quello di Marco Smaili, caratterizzato da un colore impressionista che ricorda il più celebre allievo di Tárrega, Miguel Llobet).
In alcuni Preludi (quelli di Paolo Ugoletti, Roberto Tagliamacco, Claudia Montero) il riferimento ad uno dei Preludi più famosi di Tárrega, Lagrima, è evidente nella forma, nel titolo, in qualche citazione. Ugoletti e Tagliamacco lavorano con bravura ed espressività su armonia e contrappunto, mentre l’argentina Claudia Montero collega Tárrega ad una struggente Buenos Aires…
In Alessandro Spazzoli c’è piuttosto un legame con il senso melodico e la profonda “semplicità”di Tárrega, mentre Marco Reghezza ricorda con ironia quello che “bolliva in pentola” nella musica europea ai tempi di Tárrega: il suo Como Preludio infatti attraversa le 24 tonalità – e fa capolino pure una citazione dal Tristano di Wagner…
Sono lieto che questo volume esca nella imminenza della cinquantesima edizione del Certamen Tárrega.
(P. Bonaguri)