• Lombardi, Antonello : Mistero dauno

   Sample Pages

Antonello Lombardi

Mistero dauno

  • Publisher: Ut Orpheus
  • Code: TS 3
  •   In Stock
  • € 12.50


«Tra quella gente si moriva – e ancora oggi si muore – di lavoro e di stenti. Si crepava sotto carichi da bestie da soma, d’inedia, di calore che brucia la pelle, di caporalato e di altri mali antichi».

Questa storia, ambientata a Foggia tra gli anni Trenta e gli anni Sessanta, descrive le cause poco chiare della morte di un carrettiere avvenuta nell’imminenza dell’8 settembre 1934, giorno della visita in città di Benito Mussolini. Narra anche di una setta segreta e del suo fondatore, collezionista e studioso delle celebri stele daune, capolavori dei secoli VII-V a.C.; narra dei bombardamenti angloamericani che devastarono la città nel 1943. Nel racconto appaiono fugacemente anche Giuseppe Ungaretti, Luciano Bianciardi e Carlo Levi, che da Foggia passarono in tempi differenti e non omisero di lasciarne un ricordo scritto. E vi appare, infine, un testimone oculare dei fatti, che scava negli anni della propria adolescenza, alla ricerca di immagini, notizie e conferme circa quella morte. Sullo sfondo la Daunia: terra di una magnificenza innocente e selvaggia, misteriosa e ostile a un tempo.

Author: Antonello Lombardi

Publication Date: 3/27/2023

Series: I tascabili

Pages: pp. 112

Size: 105x180 mm

Binding: Paperback (Soft Cover)

ISBN: 978-88-8109-531-5

Code: TS 3

Codice int.: ts003

Antonello Lombardi (Foggia, 1968) dal 1986 vive a Bologna, dove svolge la professione di libraio. È tra i fondatori delle Ut Orpheus Edizioni, per le quali dirige la collana “I tascabili”. Da tempo si occupa dell’opera di Elias Canetti, cui ha dedicato La scuola dell’ascolto. Oralità, suono e musica nell’opera di Elias Canetti (Ut Orpheus Edizioni, 2011) e Le memorie di Georges Kien (Portatori d’acqua, 2015). Per l’editore Ogni uomo è tutti gli uomini ha pubblicato una raccolta di racconti brevi dal titolo Il collezionista di cortili (2017) e, sempre sulla figura di Canetti, Il poema dell’odio e Gli animali mancanti (2018 e 2020). Altri suoi scritti sono apparsi su In forma di parole e su Nuova informazione bibliografica (il Mulino), rivista con la quale collabora.
Fermenti, anno LIII, n. 256
La scrittura ricca e l'abilità narrativa di Lombardi, costruiscono un romanzo che rifugge dai sentieri del “giallo", abitando le tinte sfuggenti del noir, ove la tensione non viene dai misteri, ma dalle novità – fatti, luoghi, personaggi, descrizioni, ricostruzioni storiche o leggendarie, antefatti, intermedî… – che si introducono ad ogni capitolo, mai evidente a tutta prima si siano divagazioni per espediente narrativo o elementi che risulteranno, magari, capitali nella vicenda. (Bernardo Pieri)
Quotidiano di Bari (8 aprile 2023)
... Classico romanzo breve e a carattere storico, “Mistero dauno” racconta un territorio e la sua gente con una formula moderna, ma che dà l'impressione di aver messo a frutto la lezione che viene dalla grande letteratura del Novecento ambientata nel nostro Mezzogiorno. ... (Italo Interesse)