Home » Libri e Riviste » Organologia, Liuteria, Costruzione » 315171

AA.VV.
«L’organo ch’io suonai fanciullo»; l’organo di Giuseppe Verdi a Roncole


Prezzo: € 25.00

  Disponibile



Condividi: Facebook Twitter



Condividi: Facebook Twitter

Dettagli prodotto

Editore: Serassi Edizioni

Descrizione

Dedicato all’organo di Roncole (PR) su cui il giovane Giuseppe Verdi ha im- parato a suonare. L’organo di Roncole Verdi (Busseto) fu costruito nel 1797 da Francesco Bossi. Lo strumento di ottima fattura si è trovato al centro dell’atten- zione del presente studio in particolare perché fu il primo organo su cui pose le mani il giovanissimo Giuseppe Verdi. La pubblicazione include vari articoli, uno di Giosuè Berbenni sulla famiglia Bossi, un secondo del musicologo Paolo Giorgi, esaustivo e di particolare interesse, sull’utilizzo dell’organo nelle ope- re da parte di Giuseppe Verdi, il terzo di Federico Lorenzani sulla storia dello strumento, l’utilizzo da parte di Verdi e il suo restauro a ne Ottocento quando l’ormai famoso Verdi si ricordò di far riparare lo strumento in condizioni ormai fatiscenti. In ne la relazione di restauro, la scheda descrittiva e le misure delle canne a cura di Daniele M. Giani che ha curato l’ultimo restauro nel 2001. Lo studio include numerose fotogra e a colori dello strumento, di Verdi e delle fasi di restauro. La pubblicazione a tiratura limitata è stata dedicata ad Oscar Mischiati nel 10° anniversario dalla morte.

Articoli di Giosuè Berbenni, Daniele M. Giani, Paolo Giorgi, Federico Lorenzani