Libri e Riviste » Analisi » 315724

Principe, Q.
Il fantasma dell’Opera. Sognando una filosofia


Prezzo: € 30.00


  Disponibile



Condividi: Facebook Twitter



Condividi: Facebook Twitter

Dettagli prodotto

Editore: Jaca Book

Descrizione

Con Il fantasma dell’Opera il filosofo e musicologo Quirino Principe dà ordine alla sua riflessione sulla musica in scena, cresciuta e maturata nel corso degli ultimi decenni. Il pensiero forte che anima le pagine di questo volume è frutto di una triplice esperienza: la didattica (mai interrotta), la collaborazione con numerosi teatri d’opera, italiani e internazionali, e una ulteriore esperienza sul campo in qualità di amministratore presso la Scala di Milano, il "Gaetano Fraschini" di Pavia e presso enti sinfonici come i "Pomeriggi Musicali" milanesi. Una certezza percorre l’intero volume e si propone al lettore in forma travolgente: la musica da un lato e il teatro dall’altro, sono due realtà miracolose che l’occidente ha saputo conquistare per sé. Per questo, i capitoli del libro partono da un’autentica definizione di ciò che è la "musica in scena", per sviluppare una possibile filosofia del Teatro d’Opera, della sua essenza (del suo meraviglioso fantasma ) e della sua presenza storica. Si ripercorrono le radici archetipiche, i segnali e i preannunci che le civiltà antiche e pre-cristiane ci lanciano; si esaminano i topoi musicali e teatrali dell’eredità artistica in cui il pubblico del teatro d’opera può e deve riconoscersi per poter realizzare il "conosci te stesso" e il pindarico "divieni ciò che sei". Dal desiderio di far convergere tanti discordi stati d’animo in un’unica sfida, di coordinare innumerevoli duelli e scontri tattico-logistici in un unico combattimento strategico, emerge per la prima volta, nel solco della lezione epistemologica di Auerbach, una sorprendente quanto inevitabile filosofia del teatro d’opera.